0

The Founder: Il film su com’è nato McDonalds

The Founder è il racconto di come sia nata la più importante catena di fast food: McDonalds. Non è solamente un film dedicato ai panini, però: è una pellicola che parla di ambizione, di perseveranza e di inganno: possono portare enormi frutti, ma rischiano di eliminare la già flebile linea rossa tra uomo d’affari, e squalo senza scrupoli.

Quella linea la conosce al meglio Ray Kroc, un venditore di macchine per frullati industriali. Ray non se la cava male, ma di certo non ha sfondato. Sopravvive. Ciò che lo contraddistingue, però, è il grande fiuto per gli affari, e lo spirito da squalo del capitalismo. Ray vuole la sua fetta di sogno americano, e farà di tutto per averla.

Film The Founder - Com'è nato McDonalds

Per iniziare, però, anche una bella vendita di frullatori non va male. Ray infatti riceve un ordine importante da un piccolo ristorante e, incuriosito dall’insolito numero di frullatori richiesti, decide di recarsi all’attività per visitarla. Ciò che trova è semplicemente illuminante.

Una catena di montaggio. Una catena di montaggio per cibo. Una catena di montaggio che possa servire i clienti in 30 secondi, e senza spendere nulla in camerieri. Un self-service dove sono preparati al momento degli hamburger di alta qualità, accompagnati da un buon frullato, e dove le spese sono ridotte all’osso, a tutto vantaggio della qualità e delle tasche dei gestori.

Esatto, a gestirlo sono due fratelli: Dick e Mac McDonalds. I due fratelli se la cavano piuttosto bene col ristorante, ma non riescono proprio a vedere che sono seduti su una miniera d’oro. Un’attività del genere è davvero innovativa, e Ray intuisce che ci si possano fare soldi a palate! La mentalità dei due fondatori, tuttavia, non è imprenditoriale come quella del venditore del film, e il signor Kroc è impantanato in problemi legati al nome dell’attività, e ai permessi per utilizzare l’idea dei due fratelli. Però, si sa. McDonalds è una multinazionale, e nel film dunque si svelerà lo stratagemma che Ray Kroc ha utilizzato per divenire “The Founder“, ovvero il fondatore di McDonalds.

Ray Kroc: Il fondatore di McDonalds

The Founder: Una pellicola promettente

Che The Founder fosse una pellicola promettente, si intuiva già prima della sua creazione. Nel 2014, infatti, la sceneggiatura alla base di questa pellicola venne premiata dal sito deadline.com come una delle sceneggiature migliori dell’anno. Lo sviluppo arrivò in fretta, perché a fine 2014 il regista John Lee Hancock viene scritturato per dirigere il film.

Le riprese iniziarono in Georgia a partire dal giugno 2015, ed il film è nelle sale americane dal 20 dicembre 2016. Qui in Italia, invece, il filmThe Founder” sarà al cinema dal 12 gennaio.

La pellicola è costata 7 milioni di dollari, e ad oggi ne è riuscita ad incassare 2.1 milioni. Azzardo una previsione: il mercato europeo sarà fondamentale per questa pellicola e questo perché narra la storia di McDonalds, ad oggi marchio molto forte e significativo nel vecchio continente, che ci permette di respirare aria d’America, pur non dovendoci recare negli USA. Pensandoci, sarebbe come raccontare la storia di una pizzeria. Qui da noi incasserebbe probabilmente poco, mentre sono pronto a scommettere che oltre oceano registrerebbe buoni incassi.

Il vero Ray Kroc

Cosa aspettarsi da questa pellicola? Sicuramente una grande interpretazione di Michael Keaton, che veste il ruolo di Ray Kroc (quello vero è nella foto qui sopra), attore che ha già brillato in Birdman, eclissando anche il regista Inarritu, a mio personale giudizio, ed una buona prestazione del regista John Lee Hancock. Sulla regia nascono però i dubbi, perché spero che il signor Hancock non si perda in alcuni passaggi del film come accaduto anche ne Saving Mr.Banks, film del 2013 da lui diretto, che racconta la storia di Mery Poppins. Il regista è certo affezionato ai simboli dell’americanità, quindi sarà inevitabile percepire la passione che, con tutta probabilità, lo guiderà in questa nuova biografia tutta in salsa USA, solo mi auguro abbia risolto i propri momenti di confusione alla regia, e riesca a guidare il film in maniera corretta, non tagliando le gambe alla grande interpretazione che Michael Keaton riuscirà a dare. Se così dovesse essere, The Founder sarà il film che ogni buon appassionato di biografie dovrebbe aver visto. Del resto, come non vedere la biografia che narra la storia della nascita della catena McDonalds?

Appuntamento al cinema il 12 gennaio dunque!

Ascolta qui la puntata di Puerto Escondido andata in onda su Radio Budrio, oppure scopri tutti gli articoli dedicati al cinema.

alessandrodandrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.