0

Pets – Vita da animali

Cosa fanno i nostri animali domestici, una volta lasciati soli in casa? Dormono? Si fanno le unghie sul divano se sono gatti? Ci aspettano davanti alla porta trepidanti, magari questo i cani? Quanto ci incuriosiscono le loro vite e le loro emozioni? La domanda che muove Pets – Vita da animali è semplice, ma mirata e curiosa, e prova a rispondere con umorismo e simpatia.

pets vita da animali

Pets narra le vicende di una squadriglia di animali, in una New York su misura per loro. Max, un simpatico terrier, si trova a dover dividere i suoi spazi con Duke, un grande cane dal folto pelo, che Katie, padrona di Max, decide di adottare. Max però si sente tradito. La sua padroncina, che lui venera come una divinità, ha deciso di affiancargli un secondo cane? Non ti basto io? Io che ti amo con tutto me stesso?? Che affronto! Max è in aperta rivalità con Duke, e lo scontro tra i due si imposta come la chiave di volta di tutta la vicenda, portandoli ad affrontare accalappiacani, altri animali, ed altri umani, per riuscire a condividere lo stesso tetto, e le cure e l’affetto di Katie.

Pets

La regia di Pets è affidata ad un professionista dell’animazione, un regista che ha inanellato una coppia di grandi successi: la serie Cattivissimo me. Parliamo di Chris Renaud, che ha in Yarrow Cheney una buona spalla nella realizzazione di questo film d’animazione. Le premesse ci sono tutte per assistere ad un buon film, ma la stampa e la critica straniere, che hanno già potuto assistere alla proiezione di questa pellicola, sono di altro avviso. Si parla infatti di un film che, per quanto divertente e comico, non va oltre le battute, a volte forzate, senza tentare di caricare il colpo con qualche nota dolce o più profonda. Certo, che che ne dica la critica, a livello mondiale Pets ha già incassato la ragguardevole somma di 833 milioni di dollari, a fronte di una spesa di produzione di 75 milioni, anche se ormai si tratta di un film uscito in diversi paesi. Il debutto internazionale è stato il 24 giugno in Regno Unito, Irlanda e Norvegia, l’8 luglio è stato il turno degli USA e del Canada, mentre il debutto nel Belpaese è fissato per il 6 ottobre.

pets 3

All’inizio ci siamo fatti alcune domande, e già in un video featurette comparso su Youtube, i protagonisti tentano di dare la risposta. Si sa, se i gatti vengono ricalcati come animali perfettamente indifferenti alle nostre sventure, i cani vengono visti come animali decisamente più immersi nella realtà umana. La chiave di volta del film è quanto mai pixariana, e la risposta è:


Pensate ai vostri animali: Hanno emozioni e vite decisamente più articolate e complesse di quanto si possa immaginare.

La complessità della loro vita è resa nel film incastrando gli animali nei canoni di vita dei padroni, quindi hanno dirimpettai e vicini di casa; ascoltano musica heavy metal e sono ribelli come gli adolescenti, ma tutto ci riporta appunto alla domanda che i cartoni ci hanno posto più volte: Quali sono le emozioni degli animali (e degli oggetti) che ci circondano?

Aspetto i vostri commenti qui sotto!!

Alessandro D’Andrea

Ascolta il podcast:

alessandrodandrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.