Delicato e toccante – Buon compleanno Mr.Grape

Film delicato e toccante, che parla al cuore e fa riflettere in maniera soffice ed accomodante su di un grande dramma. Buon compleanno Mr.Grape è una pellicola che deve essere conosciuta, vista ed apprezzata non solo dal punto di vista cinematografico, data l’eccezionale prestazione di Leonardo DiCaprio, ma anche per l’enorme valore che porta con se. Datata 1993, non perde la propria attualità e concretezza.

Fratelli Gilbert-Arnie-Buon-Compleanno-Mr.Grape

La trama del film

Iowa, città di Endora. La famiglia Grape ha perso il padre qualche anno fa, ed oggi la madre è depressa. Si è lasciata andare, e come tanti americani è caduta vittima dell’obesità. Oltre alla madre, in balia di se stessa, la famiglia Grape è composta da due sorelle e due fratelli, Gilbert, il capofamiglia, colui che si è preso cura della madre, delle sorelle, e di Arnie, fratello con gravi problemi mentali. Qui si gioca tutto il film. Qui Lasse Hallstrom, regista della pellicola, deve dare e chiedere agli attori protagonisti la loro interpretazione migliore. I problemi mentali di Arnie, infatti, non sono facili e non solo per il giovane, ma anche per il fratello, che per Arnie è anche il migliore amico e, soprattutto, una infallibile guardia del corpo. La vita scorre tranquilla nella piccola cittadina. Sempre stesse facce, sempre stessi negozi, sempre stessi vizi e abitudini. Ad esempio, quella della colazione e dei pasti di Gilbert con gli amici nel centro del paese, o quella, pericolosissima, di Arnie di arrampicarsi sul pluviometro.


Grandi attori…

Come detto, dunque, la malattia mentale è il filo rosso che unisce gli spettatori agli attori, in una pellicola che prova, con tatto, a esplicitare questo complesso tema. Per fare un esempio, Robinù trattava un tema altrettanto delicato, ma non con così tanto tatto e delicatezza, che in ogni caso non si sarebbero adattate correttamente alla pellicola.

Stesso discorso si può fare per Fuocoammare; che a sua volta va ad inserirsi nella schiera dei “film impegnati”.

A dare una prestazione superlativa, prima di tutto, è Leonardo DiCaprio. Eccezionale la sua performance, soprattutto considerando la giovane età di DiCaprio al periodo del film. Ottima spalla poi Johnny Depp, stretto in un ruolo non suo, o almeno in cui non siamo abituati a vederlo, pensando a film come Edward mani di forbice o la saga de Pirati dei caraibi. Costretto alla normalità, costretto all’essere serio e compassato, è una spalla ineccepibile, perfetto contraltare per l’esuberanza e la forza di DiCaprio.

… Ma regia non all’altezza

Se gli attori interpreti di Buon compleanno Mr.Grape sono di altissimo livello, altrettanto non si può dire della regia. Lasse Hallstrom è bravo, ma un po’lento. Alcune scene sono perfette, altre semplicemente non ingranano. Buona complessivamente la prestazione, ma saltuariamente inciampa. A onore di cronaca devo però dire che si è ripreso nel corso del tempo, ed il risultato è sotto gli occhi di tutti, con il magistrale e strappalacrime Hachiko.

leonardo-dicaprio-buon-compleanno-mr-grape

Buon compleanno Mr.Grape è quindi davvero un film da non perdere, soprattutto considerando lo spessore della pellicola e, tecnicamente parlando, la grandiosa performance di Leo DiCaprio, per quanto la malattia sia la ragione preponderante.

Hai visto questo film? Ti è piaciuto? Parlamene qui sotto nei commenti e condividi l’articolo!

Qui sotto trovi il podcast della puntata andata in onda su Radio Budrio:

alessandrodandrea