0

Schiaffoni e fagioli – Bud Spencer

Scendere sotto il record del minuto nei 100 metri stile libero dev’essere stata una grande soddisfazione per Bud Spencer, non credete? E così vincere 7 titoli italiani nei 100 metri stile libero e 4 titoli italiani di staffetta, sempre in vasca. Oltre allo sport da singoli, però, c’è anche lo sport di squadra, e il ruolo da centroboa nella pallanuoto, giocando nella Lazio, lo testimonia. Carlo Pedersoli è stato un’importante atleta del nuoto italiano, anche se tutti lo ricordiamo per un altro ruolo, con un altro nome, mentre interpreta altri personaggi, decisamente più “maneschi”.

Bud Spencer in piscina

Fuori dalla vasca, dopo essersi ritirato naturalmente, Carlo Pedersoli altri non è se non Bud Spencer, e dato che sarebbe impossibile scegliere solamente un paio di film per rappresentarlo, ne parliamo in lungo e in largo, cominciando dal 1950 con un film di Camillo Mastrocinque, in cui appare in vasca. Una comparsa, nulla di più, ma si tratta del debutto cinematografico di Carlo. Col nome di Carlo Pedersoli comincia a recitare di fronte alle telecamere, anche se in ruoli non sempre accreditati, fino al 1967, anno in cui incrocia la sua strada con quella di un altro “mancesco” del cinema, Mario Girotti. Si, esatto, Terence Hill. Il primo film della coppia più amata e fortunata del cinema italiano si intitola Dio perdona…io no!

Bud Spencer e Terence Hill

Da quell’anno comincia una maratona a dire poco prolifica. Dal 1967 al 1986 Bud Spencer è al cinema tutti gli anni, anche se non sempre col socio Terence Hill, e interpretando ruoli più o meno seri. Dai comici spaghetti western della coppia come I quattro dell’Ave Maria; Lo chiamavano Trinità o Altrimenti ci arrabbiamo, si passa a film più cupi e di spessore, come Gott mit uns. Il successo accumulato presso il pubblico è enorme, e negli ultimi anni di carriera i film si diradano per lasciare spazio a serie tv e al meritato riposo.

Bud Spencer e fagioli!
Solo nuoto e cinema? No, anche cucina! A Bud Spencer è ispirato il piatto dei Fagioli alla Bud Spencer, piatto mutuato dalla tradizionale ricetta messicana dei fagioli piccanti, anche se, ad onor di cronaca, chi ha dato vita al mito abbuffandosi di fagioli per la prima volta è stato Terence Hill, e leggenda vuole che la sua celebre fame sia nata da un digiuno lungo 24 ore, appositamente richiestogli prima di girare la scena in cui si abbuffa ne Lo chiamavano Trinità. Se i fagioli hanno reso grande lui, Bud ha poi ricambiato, inserendo nei titoli di coda del film Anche gli angeli mangiano fagioli i mitici legumi. Altri omaggi sono arrivati dal mondo della musica, e infatti si conoscono alcune band con il nome ispirato all’attore, Bud Spencer blues explosion, per citarne una; oltre che alcuni brani come quello degli emiliani Controtempo, creatori del brano Come Bud Spencer e Terence Hill. Ultimo ma non ultimo omaggio arriva dalla linguistica, in particolare dalla lingua tedesca, che ha visto coniare il verbo “sich budspenceren”, che tradotto in italiano equivale a “picchiare come Bud Spencer”. Una grande perdita, quella di Bud Spencer, soprattutto per una generazione cresciuta col mito del gigante buono…mangia fagioli!

Alessandro D’Andrea

alessandrodandrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.