Animali fantastici e dove trovarli

Ripescare qualche pellicola passata non fa mai male, specie se figlia di una saga, come quella di Harry Potter, fortunatissima e conosciutissima. Animali fantastici e dove trovarli è l’ultimo film estratto da una fatica di J.K. Rowling. Diretto da David Yates, si tratta di una pellicola del 2016. Tra eccezionali artisti e non eccezionali protagonisti, il film riesce a strappare sorrisi, attenzione e tiene attaccati allo schermo fino alla fine.

Titolo Animali fantastici e dove trovarli

Newt Scamander, magizoologo esperto ed avventato, è al centro di questo spin-off dell’universo di Harry Potter. In una città, quella di New York, colpita e lacerata da misteriose creature magiche, il lavoro dello zoologo magico è più complesso che mai. Agire nell’ombra è fondamentale, e la discrezione è un’arte da apprendere a menadito, se si vuole rimanere sulla piazza, dato che a rimetterci potrebbe non essere solo il singolo, ma l’intera specie di maghi. La città è sull’orlo di una crisi di nervi. Un Obscurus, una creatura magica delle tenebre, pare abbia cominciato a sferrare importanti attacchi ai principali palazzi cittadini, danneggiando edifici e proprietà, e arrivando all’omicidio. La natura di questa piaga è però incerta. Si suppone sia un Obscurus, ma nessuno sa se sia la verità, e se così fosse, chi lo ha portato, e se qualcuno lo comanda.

Protagonisti Animali fantastici e dove trovarli

Non sarà un caso facile per Scamander, così come non lo sarà per Tina Goldstein, interpretata da Katherine Waterstone, agente del Magico Congresso degli USA; e nemmeno per Jacob Kowalski, babbano con un sogno: aprire una pasticceria. Rimasto invischiato per errore nelle faccende dei maghi, ne sarà spaventato ed ammaliato, e come biasimarlo? Tanti protagonisti, figure alterne e con caratteri diversi ma complementari, per un film che cerca la magia tra i protagonisti e gli spettatori, non solo tra gli animali.

Il lato negativo di “Animali fantastici e dove trovarli”

Ok, detta così sembra una tragedia, ma così non è. Un lato negativo c’è, ed è piuttosto importante, ma non così tanto da pregiudicare l’intera pellicola, ed il suo nome è Eddie Redmayne. Il protagonista, l’attore che impersona Newt Scamander, offre una prestazione decisamente sotto la sufficienza. Facce e pose plastiche lo rendono simile ad una statua del Madame Tussauds, e per essere un protagonista la faccia da belloccio certo non basta. Dopo la buonissima prestazione ne La teoria del tutto, sinceramente mi sarei aspettato ben di più da lui, ma le mie attese sono state abbondantemente disattese.

Newt Scamander animali fantastici e dove trovarli

Le stelle del film

Chi invece va alla grande, e recupera anche le scene che condivide con il plastico Eddie Redmayne, è il babbano o no-mag, come si chiamano i babbani in questa pellicola, Jacob Kowalski. L’attore che gli presta volto e voce è Dan Fogler, ed è davvero sollevante poter osservare una prestazione come la sua. Espressivo, caratterizzante, divertente. Una grande prestazione.

Oltre a lui, eccezionali i piccoli e simpatici animali. La fantasia e la bravura nell’animare le piccole creature de “Animali fantastici e dove trovarli” è da premiare, ed il reparto animazione ha svolto un lavoro sublime. Così come gli animali, gli effetti speciali, in pieno stile Harry Potter, e quindi perfettamente riusciti.

Snaso Animali fantastici e dove trovarli

Parlando di stelle, questo è l’unico film dell’universo Harry Potter ad aver vinto un Oscar, in particolare l’Oscar ai migliori costumi. Nonostante questo premio, però, il pubblico non sembra aver gradito particolarmente la pellicola, per quanto gli incassi siano andati molto bene. Peggio di lui, nell’universo J.K. Rowling, è infatti andato solo l’episodio Il prigioniero di Azkaban, della saga di Harry Potter. Con una spesa di 180 milioni di dollari, la pellicola è riuscita ad incassarne 814 milioni; ed è una delle peggio riuscite, questo per commentare e dare idea del successo planetario della saga del piccolo mago di Hogwarts nel mondo.

L’hai visto? Ti è piaciuto? Ne condividi il giudizio o avresti detto altro? Aspetto i tuoi commenti qui sotto!

Ascolta la puntata andata in onda su Radio Budrio:

alessandrodandrea