I 5 migliori tools gratuiti per la tua attività online

Hai un blog, una community o una pagina su Facebook? Sarebbe un peccato non provare a lanciarla al meglio! Qui sono raccolti i 5 migliori tools gratuiti per la tua pagina online! Utilizzo anch’io tutti questi strumenti, e devo dire che danno davvero una grande mano nella realizzazione di post per i social e per i blog!

<blockquote class=”twitter-tweet” data-lang=”it”><p lang=”it” dir=”ltr”>Top 5 degli strumenti imperdibili nel 2017 per chi intende lanciare e curare il proprio <a href=”https://twitter.com/hashtag/blog?src=hash”>#blog</a><br>Leggi qui! <a href=”https://t.co/iIXpckRKtp”>https://t.co/iIXpckRKtp</a></p>&mdash; Alessandro D&#39;Andrea (@Bottarello) <a href=”https://twitter.com/Bottarello/status/831653027643846658″>14 febbraio 2017</a></blockquote> <script async src=”//platform.twitter.com/widgets.js” charset=”utf-8″></script>

1: Adobe Spark, il re dei migliori tools gratuiti del 2017

Adobe Spark è il nuovo prodotto di casa Adobe, e la sua semplicità di utilizzo, oltre che la sua potenza, ne fanno uno strumento da conoscere assolutamente, perfetto per chiunque voglia cimentarsi con la grafica per i propri post o i propri social network. Spark infatti include un comodo creatore di post, estremamente funzionale all’utilizzo, per dare vita appunto a contenuti condivisibili sulle principali piattaforme social.

Oltre a poter inserire immagini personalizzate, anche testi e riquadri sono estremamente flessibili, ma la chicca si ha proprio con le dimensioni. La funzionalità di ritaglio di Adobe Spark consente infatti di creare posts che rispettino ottimamente le dimensioni consigliate dai singoli social, così da avere immagini perfette per Facebook, Twitter, Instagram, ecc…

Oltre ai post, Adobe Spark include anche un comodissimo editor video, con cui possiamo creare presentazioni simpatiche e dal taglio molto professionale, pur essendo completamente alieni al mondo del montaggio video, come nel mio caso. Vuoi vederne un esempio? Guarda qui: L’articolo in questione parla della nuova tastiera di Google, GBoard, ed i video sono stati creati con Adobe Spark. Nulla di trascendentale, certo, ma considerando che si tratta di uno strumento gratuito, è davvero un risultato di buon livello!

Adobe Spark menu

 

Non è ancora finita, perché Adobe Spark include uno strumento per la creazione di portfoli web. Esso permette di inserire immagini dalla banca dati di Adobe, di inserire mappe, testi, o pulsanti, permettendo così di creare il proprio sito web leggero e veloce. Intendiamoci, non si tratta affatto di uno strumento di creazione di siti web senza codice, perché le opzioni sono limitate, ed alcune sono a dire poco ridicole (ad esempio, perché Adobe Spark impedisce di inserire due pulsanti uno a fianco all’altro?!?), ma per avere una minima presenza sul web, in attesa di un sito vero e proprio curato da webmaster e SEO Specialist, può essere una soluzione valida.

Adobe Spark è davvero lo strumento fondamentale del 2017, ed ecco perché si è guadagnato la posizione numero 1 di questa classifica. Adobe richiede l’iscrizione al servizio tramite account della stessa, oppure con Facebook o Google. Un minimo scotto da pagare per avere uno strumento potente e flessibile.

Hai iOs? Allora Adobe Spark lo puoi torvare anche sull’App Store. Adobe ha infatti rilasciato le app di Adobe Spark sullo store della mela, mentre per i possessori di dispositivi Android, occorrerà attendere ancora un po’di tempo.

2: Canva

Di Canva avevo già parlato in questo articolo, sottolineando come fosse uno strumento insostiutuibile nella creazione di grafiche e post. Rispetto ad Adobe Spark, però, Canva richiede un po’ di conoscenza della materia, almeno per accostare in maniera decente i colori! Per quanto riguarda invece la composizione delle immagini, l’immediatezza dei layout preconfezionati può aiutare anche i più pigri o inesperti. Ci tengo poi a sottolineare ancora l’utile comparto “formazione” di Canva, che permette di capire, a grandi linee, come creare una grafica funzionale ed efficacie. Di certo non si diventa grafici utilizzando Canva, mestiere per cui serve studio e formazione, ma almeno si tratta di un inizio. Vuoi un esempio di cosa puoi fare con Canva? La copertina di questo post è fatta con Canva, e te la ripropongo qui sotto!

5 migliori tools online

 

A proposito, cerchi delle immagini da usare nella tua grafica su Canva? Perchè non guardi…

3: Immagini gratis: Pixabay

Ok, il punto 3 non è propriamente un tool, ma si tratta di un suggerimento per trovare belle immagini, gratuite, e utilizzabili senza problemi di licenza. Ecco perchè tra i 5 migliori tools gratuiti per gestire il proprio sito online rientra anche Pixabay, un sito che consente di ricercare immagini gratis per ogni evenienza. La cosa bella è che, come detto prima, possiamo fare tutto ciò che vogliamo con le immagini gratutite che incontriamo, e questo perché sono sotto licenza Creative Commons CC0. Per prevenire ogni dubbio, la prima scritta sul sito pixabay.com infatti recita:

All images and videos on Pixabay are released free of copyrights under Creative Commons CC0. You may download, modify, distribute, and use them royalty free for anything you like, even in commercial applications. Attribution is not required.

Nulla di più semplice.

Qui sotto ti ho postato un’immagine esemplificativa di ciò che puoi trovare su Pixabay. Questa in particolare è molto zen, e può essere perfetta per un tuo post riflessivo o che contenga un ragionamento importante, ma è solamente una delle centinaia di migliaia che puoi trovare in questo fantastico archivio!

Foto esempio Pixabay

Oltre alle foto, su Pixabay si possono cercare illustrazioni, grafiche vettoriali e video, e questo inserendo solamente alcune parole chiave. Pixabay è anche disponibile via app, e questa volta sia su App Store che Play Store, quindi in questo senso fa meglio sia di Canva, che di Adobe Spark.

4: Musica gratis: Soundcloud

Così come per il punto 3, anche il punto 4 non è un vero e proprio tool, ma si tratta di un sito, ed in particolare di alcuni gruppi di esso. Chi non conosce SoundCloud? Il sito dove chiunque può caricare le proprie creazioni musicali o i propri podcast? Sono certo lo conosca anche tu.

Quello che però forse non sai è che su SoundCloud siano ospitate anche alcune raccolte di musica gratuita e liberamente utilizzabile! Si tratta delle opere con le cosiddette licenze Creative Commons CC0, ovvero brani liberamente riutilizzabili e modificabili. Questo significa che puoi scaricare liberamente le canzoni che ti piacciono da SoundCloud, utilizzarle nei tuoi video, e questo senza problema di attribuzione alcuno. Certo, anche se tu volessi usare le licenze con attribuzione in un video, basterebbe avere solamente l’accortezza di citare il creatore del brano nei titoli e linkarlo, quindi non sarebbe un’operazione complessa… ma tant’è, con le licenze Creative Commons CC0 è tutto più semplice. Si tratta di certo di una delle risorse migliori per tutti coloro che necessitano di una colonna sonora, insieme alle canzoni offerte dal software di montaggio di Youtube, o a quelle proposte da Adobe Spark, e questo fa rientrare anche SoundCloud in uno dei 5 migliori tools per la tua attività online.

5: Compressione e conversione JPEG

Dopo aver parlato di video, musica ed immagine, viene il momento di pubblicare il tutto, e compattare tutto quanto in un bel post per il tuo blog. Fantastico, no?

Bene. Sappi però che le immagini ed i video che utilizzi, vanno compressi ed adattati al web. Se per i video puoi ovviare al problema ospitando un frame di Youtube, per le immagini la soluzione non è così semplice, ma certamente non difficile, non preoccuparti.

Basterà infatti aprire Google e scrivere “comprimere JPEG”. Il primo risultato, con tutta probabilità, sarà compressjpeg.com, il migliore sito per comprimere le tue immagini, rigorosamente in formato JPEG. Perché in formato JPEG? Beh, perché è un formato leggero e comunque di buona qualità, quindi perfetto quando l’imperativo è velocità! Il sito che ti ho indicato qui sopra rientra di diritto nei 5 migliori tools online gratuiti per la tua attività online, perché riesce a ridurre al minimo il peso delle immagini, mantenendone comunque la qualità. Se ciò non bastasse, o se ti trovassi nel caso di usare PNG o SVG, puoi convertire in JPEG gli altri formati, da alcuni link presenti in basso, sotto l’area per caricare le immagini da comprimere.

Ti avviso prima: a prima vista, il sito non sembra essere un granché. Si nota bene come sia una pagina di vecchia concezione, e decisamente non pare molto moderna. Ma non fermarti alla facciata! Sotto la maschera, infatti, si nasconde uno degli strumenti più importanti per la tua presenza in rete.

Hai altri tools da consigliare o che avresti introdotto in questa top 5? Fammelo sapere nei commenti!

alessandrodandrea